Freelance 101: come combattere gli ostacoli al successo

Ho impiegato un po 'di tempo per iniziare, davvero iniziato, come libero professionista. E non mentirò; non è stato sempre facile. Ci sono così tanti ostacoli sulla strada per diventare un libero professionista. Sia che tu stia scrivendo, progettando o scattando foto, la chiave è non far sprofondare il dubbio. Se vuoi avere successo devi pensarci.

Oggi esamineremo alcuni degli ostacoli che i liberi professionisti incontrano spesso nella loro vita lavorativa, insieme a vari suggerimenti e suggerimenti per superare ciascuno di essi.

Ostacolo: distrazioni del Ministero degli Interni

L'home office è pieno di distrazioni: faccende domestiche, bussare alla porta, il coniuge o i figli o gli animali domestici. Purtroppo queste distrazioni sembrano peggiorare durante l'orario di lavoro.

Soluzione: inizia dedicando uno spazio di lavoro e tempo a casa tua. Riduci i limiti al resto della famiglia durante l'orario di lavoro. E se ciò non funziona, considera il percorso di collaborazione e sposta il tuo "ufficio" in un luogo condiviso fuori sede. Prova un sito come ShareDesk o Desk Surf per trovare sedi in co-working in tutto il mondo.

Ostacolo: farsi pagare

Essere pagati è una delle parti più gratificanti di qualsiasi lavoro, ma non lo è inseguire i clienti. Per la tua sanità mentale e il budget, è importante raccogliere in modo tempestivo.

Soluzione: creare un sistema di fatturazione. Puoi farlo manualmente o con uno dei tanti strumenti online disponibili. Assicurati di inviare le fatture in modo tempestivo, dettagliare il tuo lavoro e includere una data di scadenza (informazioni penali tardive) e dove e come inviare il pagamento. (Mando le fatture l'ultimo giorno lavorativo del mese, ogni mese. In questo modo non dimentico nessuno e so quando tutti i pagamenti sono dovuti poiché è allo stesso tempo.) Se hai un cliente che si sta evitando pagando, sii gentile ma fermo. In futuro, se continui a fare affari con loro, riscuoti almeno il 50% dei pagamenti in anticipo. Infine, se hai un cliente che rifiuta ripetutamente di pagare, potrebbe essere il momento di tagliare i legami.

Ostacolo: come misurare il successo

Il successo sta vedendo il tuo progetto (o altri lavori) su un cartellone o un sito Web o sta facendo abbastanza soldi per supportarti? Misurare il successo in un ambiente di lavoro in cui sei l'unico dipendente può essere difficile.

Soluzione: fissare obiettivi in ​​anticipo. Dovresti avere tre serie di obiettivi quando si tratta di successo freelance: obiettivi aziendali generali (numero di clienti o reddito annuo), obiettivi annuali (progetti che vuoi realizzare quest'anno) e obiettivi del progetto (ciò che renderà successo ogni lavoro) . Delinea questi obiettivi all'inizio dell'anno o del progetto. Scrivi e pubblica ogni obiettivo, passi verso il successo e "Conoscerò il successo quando ..." da qualche parte dove puoi vederlo, ricordarti degli obiettivi e delle vittorie ogni giorno.

Ostacolo: lanciare i clienti

Indipendentemente dal tipo di lavoro freelance che svolgi, comporterà la presentazione di proposte ai clienti. È meglio imparare subito le basi del marketing.

Soluzione: strategie di marketing efficaci sono fondamentali nello sviluppo del business e nel lancio di nuovi clienti. Segui un corso o richiedi l'aiuto di un professionista del marketing se questo non è il tuo punto di forza. Esercitati in buone abitudini commerciali: rispondi alle chiamate e alle e-mail prontamente, partecipa alle riunioni in modo puntuale e lucido, partecipa a eventi di networking, tiene biglietti da visita, tieni aggiornato il tuo sito web e presenta sempre te e il tuo lavoro in modo professionale. Tieni pronto il tuo portfolio e tieni a portata di mano i materiali di presentazione. Abbi fiducia nel fatto che ciò che fai è buono, prezioso e vale ogni centesimo che addebiti.

Ostacolo: costi aziendali

Lavorare in un ambiente di ufficio viene spesso fornito con il vantaggio di strumenti. Quando sei libero professionista, sei responsabile dell'acquisto di tutti gli strumenti, le attrezzature e il software necessari per svolgere il lavoro. E questo può sommarsi in fretta.

Soluzione: creare un elenco di tutto il necessario per svolgere il proprio lavoro. Di quale software avrai bisogno? Quali strumenti sono necessari? Scopri con quale frequenza questi elementi dovranno essere aggiornati o sostituiti. Quindi lavora per iniziare un ciclo in modo da poter acquistare alcune cose alla volta e non sostituire tutto in una volta. Guarda alle aziende che svolgono un lavoro simile e vedi se ti venderanno attrezzature usate delicatamente. (È più comune di quanto si possa pensare.)

Investi solo in strumenti che ti aiutano effettivamente a svolgere il tuo lavoro. (I fotografi, ad esempio, possono risparmiare sugli strumenti Adobe acquistando il piano di abbonamento a Photoshop Creative Cloud anziché la suite software completa.)

Ostacolo: trovare assistenza sanitaria e benefici

Una delle cose che spesso impedisce a un libero professionista di andare a tempo pieno può essere l'assistenza sanitaria e i benefici. Mentre le opzioni variano in base al paese e al luogo, è una vera preoccupazione. Il costo dell'assistenza sanitaria e del risparmio per la pensione dovrebbe essere considerato quando si pensa alla retribuzione da portare a casa.

Soluzione: cerca i gruppi nella tua zona che aiutano a tenere sotto controllo i costi con i piani di gruppo per i liberi professionisti. Nel giugno 2014, l'unione dei liberi professionisti ha avviato la piattaforma nazionale di prestazioni. Questo programma consente ai liberi professionisti di trovare benefici - salute, odontoiatria, assicurazione sulla vita, piani 401k e altro - con uno strumento di ricerca. Il programma è aperto ai liberi professionisti degli Stati Uniti

Ostacolo: dire di no

Come giovane libero professionista, ho preso ogni singolo progetto che mi è venuto incontro. Alcuni di loro mi hanno aiutato a fare soldi e costruire affari, ma in realtà ho perso soldi per gli altri. Ma come si dice di no quando qualcuno chiede il tuo aiuto?

Soluzione: dillo subito ad alta voce: "No." E poi: "Mi dispiace, ma non posso affrontare un altro progetto in questo momento." Non c'è niente di sbagliato in nessuna di queste affermazioni. Un buon follow-up è avere anche un breve elenco di altri liberi professionisti o aziende che svolgono un lavoro simile e fare riferimento a uno di essi per il potenziale cliente. Va benissimo rifiutare un progetto. E in alcune situazioni è necessario.

Se non hai gli strumenti o le competenze giuste per un lavoro specifico, dì di no. Se sei già sopraffatto o prenotato, dì di no. Se stai pianificando un po 'di tempo libero, di' di no. Se non pensi di poter finire il progetto con un budget limitato, dì di no. Se il costo supera quello che puoi fare su un progetto, dì di no. Crea una "lettera di rifiuto" breve, semplice ed educata che puoi inviare ai clienti che fanno domande che non puoi accettare. Avere questo oggetto nel tuo toolkit ti farà risparmiare tempo e angoscia.

Conclusione

Lavorare come libero professionista può essere gratificante e stimolante. Quando si tratta di superare gli ostacoli - e possono essercene molti - ricordare inizialmente perché si è entrati nel business. Per ottenere il massimo successo, persevera nei tuoi obiettivi, conosci i tuoi clienti e le loro esigenze, dedica tempo e spazio al lavoro, sii organizzato, sii positivo e onesto e queste sfide non sembreranno poi così impegnative.

Freelance 101 è una serie mensile per aiutare il crescente numero di liberi professionisti sul mercato. Che tu sia un designer, uno scrittore, uno sviluppatore o che indossi più cappelli, condivideremo suggerimenti, risorse e idee per aiutarti a sfruttare al meglio la tua piccola impresa. C'è qualcosa in particolare che vuoi sapere? Cosa ne pensi di questa serie? Fammi sapere a [e-mail protetto].

Fonti di immagine: Rocky Lubbers, Rafael JM Souza, Niels Heidenreich e Vinnie Lauria .

© Copyright 2021 | computer06.com