Vector vs. Raster: cosa devo usare?

Con tutte le opzioni di immagine e formati di file disponibili, può essere un po 'travolgente quando si sceglie quale tipo di file utilizzare (e inviare ai client). La compatibilità è sempre una preoccupazione quando si lavora con diversi tipi di file, ma quando si tratta di grafica e immagini il tipo di formato grafico del computer che si utilizza è essenziale per il rendering dell'immagine.

Esistono due tipi di file di grafica digitale: vettoriale e raster. Le immagini vettoriali sono costituite da centinaia di migliaia di piccole linee e curve (o percorsi) per creare un'immagine. Le immagini raster sono composte da pixel. Ma come fai a sapere quale formato è meglio per il tuo prossimo progetto?

Esplora risorse di progettazione

Immagini vettoriali

Le immagini vettoriali, che sono fatte di linee sottili e curve conosciute come percorsi, sono radicate nella teoria matematica.

Le immagini vettoriali, che sono fatte di linee sottili e curve conosciute come percorsi, sono radicate nella teoria matematica. La grafica vettoriale deve essere creata in un software progettato per creare questa intricata immagine di tipo wireframe e ogni linea include posizioni di nodo, posizioni dei nodi, lunghezze e curve definite. A qualsiasi linea e curva dell'immagine può essere assegnato un valore di colore. A causa di questo approccio definito e formulaico al disegno, ogni immagine può essere ridimensionata e ridimensionata ripetutamente e senza limiti senza perdere la risoluzione o iniziare a sembrare torbida o pixelata.

Puoi identificare un'immagine vettoriale osservandone i bordi: un'immagine vettoriale apparirà sempre liscia, non importa quanto la ingrandisci o quanto ingrandisci. Il testo è uno dei tipi più comuni di immagini vettoriali. Non importa quanto aumenti la dimensione di un carattere, ad esempio, il suo aspetto non cambia mai.

Un altro vantaggio dell'utilizzo di immagini vettoriali è l'efficienza delle dimensioni del file. Poiché i file sono identificati solo da descrizioni matematiche e non da singoli pixel, i file sono spesso molto più piccoli di quelli delle controparti raster. Le immagini vettoriali, quindi, sono spesso facili da trasmettere da un computer a un altro e su Internet.

Il problema più comune nell'uso delle immagini vettoriali è la compatibilità. Le immagini vettoriali vengono spesso salvate come file nativi dal programma utilizzato per creare l'immagine, come Adobe Illustrator, che potrebbe non essere disponibile per tutti coloro con cui è necessario lavorare (sebbene esistano formati ampiamente compatibili).

Loghi

Le immagini vettoriali sono l'opzione n. 1 quando si progetta o si crea un logo o un'illustrazione. A causa del modo in cui le immagini vengono create e salvate, avrai maggiore flessibilità nell'effettuare le modifiche e sarai in grado di utilizzare l'immagine in una varietà di dimensioni. Potresti aver bisogno solo di un logo web ora, ma immagine quanto sarebbe bello avere quell'immagine pronta per essere utilizzata su uno striscione o un prodotto in un secondo momento senza doverlo ricreare da capo?

Fotografie

Le fotografie non sono grafiche vettoriali. In uno spazio di lavoro vettoriale è possibile creare solo illustrazioni create per assomigliare a fotografie.

In uso

La maggior parte delle aziende crea tutti i loro loghi e insegne come immagini vettoriali. Questi file vengono salvati e utilizzati come base per copie raster che vengono utilizzate nella stampa e nella pubblicazione Web. Mantenere una bella libreria di immagini vettoriali può farti risparmiare tempo grazie alla possibilità di ridimensionare al volo.

Clip art ad alta risoluzione e di alta qualità sono spesso sviluppati e venduti anche come immagini vettoriali. Otterrai una maggiore flessibilità e più denaro quando acquisti clip art basate su vettori anziché immagini ad alto DPI.

Tipo e caratteri vengono anche creati come immagini vettoriali, che consente di modificare le dimensioni mantenendo la qualità. Ciò evita anche che il testo appaia bloccato e aiuta alcuni caratteri tipografici a mantenere le loro forme morbide e bordi. Tuttavia, se si crea un tipo di aggiunta a un'immagine o un altro tipo di file in software come Adobe Photoshop (che è basato su raster), il testo perderà i suoi attributi vettoriali una volta che l'immagine viene appiattita e salvata.

Immagini raster

Le immagini raster sono spesso chiamate immagini bitmap perché sono costituite da milioni di piccoli quadrati, chiamati pixel. È possibile identificare un'immagine raster o bitmap osservandola da vicino. Se ingrandisci abbastanza, sarai in grado di vedere i contorni quadrati di ciascun pixel (specialmente attorno ai bordi dove ci sono drammatici contrasti di colore).

La grafica raster in genere ha dimensioni di file maggiori rispetto alle loro controparti vettoriali. Impostazioni DPI (punti per pollice) e PPI (pixel per pollice) più elevate contribuiscono anche a file di dimensioni maggiori poiché il software deve tenere traccia e essere in grado di eseguire il rendering di ogni pixel. La dimensione del file può diventare un problema se lo spazio di archiviazione o del server è limitato o se i file devono essere trasmessi elettronicamente.

Loghi

Dovrai evitare di usare immagini raster per creare e lavorare con loghi e illustrazioni. In alcuni casi, un'immagine raster può essere utilizzata con successo quando si lavora con i loghi, specialmente se il logo è più immagine anziché testo. Si consiglia, tuttavia, di creare il logo come file vettoriale e salvare le copie come immagini raster secondo necessità per progetti specifici.

Fotografie

Le immagini raster sono il metodo preferito quando si lavora con le fotografie. Quando le foto vengono scattate con una fotocamera digitale o copiate su uno scanner, i file risultanti sono immagini raster.

In uso

Quasi tutte le immagini che trovi sui siti Web sono immagini raster, anche quelle che potrebbero essere state originariamente create con percorsi. Le immagini raster sono in genere accettabili per la pubblicazione digitale ma potrebbero non funzionare bene nei progetti stampati. Spesso questi file vengono salvati come risoluzioni basse e non sono adatti per la riproduzione di stampa.

Nei supporti stampati, come libri, riviste e giornali, le immagini raster vengono spesso utilizzate per riprodurre fotografie. Le immagini vengono salvate con un DPI elevato in modo che la qualità non subisca danni durante il processo di stampa. Puoi trovare ulteriori informazioni su DPI e PPI in questo precedente articolo di Design Shack.

Formati di file

I file di immagine possono essere salvati e archiviati in un'ampia varietà di formati. Se stai lavorando con qualcosa che non hai creato, puoi indovinare come è stato creato il file di immagini in termini di vettore o raster dando un'occhiata al formato del file o all'estensione del file alla fine del nome del file di immagine. Ecco alcuni dei formati di file più comuni.

Vettore

Tipi di file di base: .drw (file vettoriale), .pif (formato GDF immagine vettoriale), .pct (formato grafico bitmap Macintosh), .ps (Adobe PostScript), .eps (Encapsulated PostScript), .svf (Simple Vector Format) .

  • Adobe Illustrator: .ai, .ait, .art
  • Corel Draw: .cdr, .cdrw, .cdt
  • Corel: pat (Paint Shop Pro Pattern Image)
  • Grafico a linee digitali: .dlg, .do
  • OpenOffice: .odg

raster

Tipi di file di base: .jpg (formato raster JPEG), .gif (file trasparente GIF), .png (file trasparente grafico della rete portanble), .tiff o .tif (formato di tag interleave)

  • Adobe Photoshop: .psd

File EPS e PDF

I file PostScript incapsulati (.eps) sono file autonomi che sono gli stessi matematicamente dei file vettoriali, sebbene possano essere creati anche da immagini raster. Il formato è uno dei più compatibili e portatili perché supportato da quasi tutti i software di grafica. Sono un'alternativa all'utilizzo di file vettoriali quando i formati nativi non sono disponibili.

I file Adobe Portable Document Format (.pdf) utilizzano una combinazione di immagini vettoriali e raster. In questo formato compatto e universale, i file vengono visualizzati come sono stati creati. Le immagini vettoriali vengono rese come tali e ridimensionate ed estratte. I caratteri sono incorporati in un file e vengono visualizzati come tipo, non appiattiti come elemento immagine. Le immagini raster, come le foto, appariranno come previsto al 100 percento ma inizieranno a perdere qualità se vengono ingrandite eccessivamente.

Conclusione

Iniziare con il giusto tipo di immagine può farti risparmiare molto tempo e rilavorare nel corso di un progetto. Valuta come utilizzerai la grafica e genererai le tue immagini di conseguenza.

Ricorda che le immagini vettoriali sono utilizzate al meglio per loghi e illustrazioni. Le immagini raster sono lo standard nella fotografia digitale e vengono comunemente utilizzate per tutta la grafica dopo essere state pubblicate digitalmente. Prendi in considerazione la creazione di una libreria di immagini vettoriali per i tuoi file e il salvataggio di copie per lavori raster per farti risparmiare tempo durante la vita di un progetto.

Fonti di immagine: hmomoy, mistercorn, foto di Dominic, goble di fede, L2F1 e macieklew.

© Copyright 2022 | computer06.com