Dilemma del design: fai fattura per tutto?

Bill B. scrive: Un cliente mi ha chiesto perché stavo caricando per piccole cose che pensa abbia richiesto solo pochi minuti. Pensava che fossi "economico" e non "valorizzare la relazione professionale (noi)". Sento che tutto sommato a più di un'ora, ma ho un po 'paura di insistere per essere pagato per tutto ciò che faccio. Ho sbagliato?

Questa è una buona domanda e molti designer chiedono. Userò alcune risposte che le persone hanno scritto su una domanda simile pubblicata sul gruppo LinkedIn Graphic Artists Guild. Unisciti a noi mentre approfondiamo un altro dilemma del design, contribuendo a rispondere alle tue domande, domande e preoccupazioni sul mondo oscuro del design ...

La domanda posta agli utenti di LinkedIn ...

Cindy M. ha chiesto: fattura per tutto; anche quel compito di 20 minuti che prevedi di "dare" comunque?

Quando ho iniziato, avrei sparato un breve aggiornamento o ripetuto con una nota di qui, senza alcun costo. Ha creato un'enorme benevolenza. Faccio ancora il lavoro pro bono ma fattura per due motivi: fini fiscali e mostrare ai clienti il ​​valore del lavoro. Qual è la tua politica?

Pesano altri professionisti

Carrie M. - Monitoriamo il nostro tempo con incrementi di cinque minuti e fatturiamo con incrementi di 30 minuti. A volte combiniamo gli elementi pubblicitari nelle fatture per le piccole fatture per renderli più economici per i buoni clienti, ma in generale seguiamo le procedure di qualsiasi altra società di servizi professionale.

Cindy M. - Anch'io tengo traccia degli incrementi di 5 minuti netti di fatturazione dovuti alla ricezione. Funziona bene, mai un problema, solo ripensando a tutti quei 5 minuti passati che sono usciti come "sicuro, nessun problema ...".

Klaus H. - Stiamo iniziando a seguire il nostro tempo. Quale metodo avete usato voi ragazzi?

Carrie M. - I miei sviluppatori usano un sistema di orologi online che funziona davvero bene per loro. Scrivo il mio tempo su un taccuino mentre vado e poi ogni poche settimane lo inserisco in un database personalizzato. Quando arriva il momento di fatturare, vado semplicemente al rapporto di fatturazione e vedo cosa è dovuto per quale tipo di lavoro. Torta.

Randy A. - Teniamo traccia di tutto il nostro tempo e fatturiamo con incrementi di 30 minuti. Inviamo una fattura delle azioni eseguite indipendentemente dal fatto che addebitiamo o meno il cliente in modo che possano vedere il tempo e il costo di ciò che è stato fatto. Di solito l'unica cosa per cui non fatturiamo al cliente è se stanno facendo qualcosa per aiutare un'organizzazione no profit per una raccolta fondi o qualcosa del genere. Teniamo traccia di tutto in un foglio di calcolo Excel che abbiamo creato che funziona come QuickBooks.

Klaus H. - Qualcuno mi ha parlato di http://www.workamajig.com. Qualcuno ha pensieri o recensioni su workamajig?

Cindy M. - Traccio il vecchio stile sulla carta. Ho provato i sistemi automatizzati e non è stato pratico, quindi ho una pagina per ogni cliente, nome del progetto, data, ora di inizio, fine dell'ora e qual è l'attività. Le ore sono inserite in QuickBooks per la fatturazione. Poiché il lavoro può essere interrotto così facilmente e potrei destreggiarmi tra diversi lavori in un dato giorno, scriverlo è più preciso.

All'inizio penso che “sicuramente nessun cambiamento di problema è generoso, costruisce buona volontà e in una certa misura è necessario. Ho una buona reputazione per il servizio clienti ed è costruito su quella generosità. Devi solo assicurarti che siano VERAMENTE piccole modifiche al lavoro esistente, non qualcosa di nuovo o che richiedono davvero tempo. E ancora fatturare per esso, anche con un addebito pari a zero.

Julie M. - Ricorda, può sommarsi E puoi anche prendere l'abitudine di dare troppo. Tieni un conto, su un foglio Excel. Puoi regalarne un po ', ma se diventa un'abitudine con un cliente dare uno o due gratuitamente, segnati su una fattura, e aggiungere il resto, forse con un costo minimo di mezz'ora a un'ora. Se supera tale importo il conto per il tempo in cui hai lavorato.

Tess W. - Quando cito un lavoro includo il tempo per e-mail / telefonate / ecc. - generalmente 15 minuti aggiunti per ogni ora lavorata. Quindi, per esempio, se ho bisogno di 2 ore per un layout semplice, il contratto dice 2, 5 ore. Un progetto di 20 ore verrebbe fatturato 25. Eventuali incontri di persona sono per il tempo effettivo, più il tempo di viaggio se devo andare da loro. Per me è più semplice che prendere il tempo di aggiungere un minuto qui e 5 minuti lì.

Speider S. - Offro sconti per trattenitori di grandi dimensioni per un lavoro garantito per un periodo di tempo (che è consuetudine con molti clienti non statunitensi in alcuni paesi), ma la linea di fondo è: lavoro per la tua azienda, mi paghi. Non ci sono favori e non sei un ente di beneficenza.

Secondo me (e alcune esperienze passate), quando inizi a non addebitare alcune cose che vedi piccole, i clienti iniziano a chiedere altre cose che considerano piccole ma che in realtà non lo sono.

Julie R. - Dipende dal cliente. Sono molto generoso con il mio tempo per il mio no-profit, ma molto più probabilità di contare ogni minuto con i miei clienti aziendali. Lo considero come i miei clienti aziendali che sovvenzionano gli NFP, poiché il lavoro aziendale paga la maggior parte delle spese per la mia attività (incluso il mio stipendio).

Pete F. - Utilizziamo un servizio di tracciamento basato su cloud gratuito chiamato Clicktime. È stato grandioso e ci ha aiutato a catturare tutti quei piccoli 10 minuti "sicuro di poterti aiutare" che improvvisamente assorbono la tua giornata in una giornata non fatturabile. Invece puoi effettivamente (quasi) guadagnarti da vivere in questo business. Per le organizzazioni no profit sono più rilassato, ma gli avvocati si caricano di minuto in minuto, quindi se stiamo progettando per loro, perché non rispettare i loro standard.

In conclusione

Tutti concordano sul fatto che il lavoro professionale merita un pagamento professionale ... almeno quelli che vengono pagati. Potrei semplicemente dire al tuo cliente che pochi minuti qui e non ci sono fatturati ... e poi fatturarlo con altri servizi, lasciando l'impressione che tu sia "gentile". La domanda che ti devi porre è; voglio tagliare un affare e la mia gola allo stesso tempo?

Quindi, come per l'ardore della cavalleria leggera britannica, quando si tratta di clienti: "CARICA!"

Inviaci il tuo dilemma!

Hai un dilemma del design? Speider Schneider risponderà personalmente alle tue domande - invia il tuo dilemma a [e-mail protetto]!

Speider ha creato progetti per Disney / Pixar, Warner Bros., Harley-Davidson e Viacom tra le altre importanti aziende ed è un ex membro del consiglio di amministrazione della Graphic Artists Guild e copresidente del GAG Professional Practices Committee. Scrive per blog globali sull'etica del design e le pratiche commerciali e ha contribuito a numerosi libri sull'argomento business per i designer.

Immagine © GL Stock Images

© Copyright 2021 | computer06.com