Dilemma del design: un datore di lavoro può rivendicare i diritti sul tuo "stile"?

Tutti sono stati licenziati da un lavoro. È scioccante, deprimente e degradante, ma tutti lo attraversano. Come autore di affari, Harvey McKay ha sottolineato in uno dei suoi libri, "prima di licenziare qualcuno, chiediti se vuoi che quella persona lavori per il tuo concorrente".

Quando sono stato lasciato andare da una grande azienda di biglietti d'auguri, l'intervista all'uscita ha incluso dieci minuti del motivo per cui la società ha dovuto lasciarmi andare e cinquanta minuti della persona delle risorse umane che spiega perché non vorrei andare a lavorare per il loro concorrente. Alla fine sono andato a lavorare per il loro concorrente e, come ho spiegato alla persona delle risorse umane, "a meno che tu non mi uccida, non hai alcun controllo sulla mia carriera".

Sì, ci fu un accordo di non concorrenza per un anno, ma oltre a ciò, ero libero di fare qualsiasi cosa volessi fare. Alcune aziende non possono lasciarsi andare e vogliono impedirti di continuare quella carriera. Quindi, unisciti a noi mentre approfondiamo un altro dilemma del design, aiutandoti a rispondere alle tue domande, domande e preoccupazioni sul mondo mortale del design.

Esplora risorse di progettazione

Il dilemma

Prendi una tazza di tè, caffè o una tazza di vodka, perché è assolutamente avvincente e incredibile. Puoi smettere di leggere in questo momento se sei un tipo nervoso che ha incubi troppo facilmente.

"Ken" ha scritto:

Sono stato Art Director per un'azienda locale per molti anni. Hanno assunto un nuovo direttore marketing che ha deciso che avevano bisogno di una nuova direzione visiva e che ero in scatola. Non molto tempo dopo, sono stato assunto da uno dei loro principali concorrenti.

Di recente, la prima azienda ha iniziato a minacciare me stesso e il mio attuale datore di lavoro se non cambio il mio stile di progettazione. Ho sviluppato questo "stile" durante i miei molti anni come designer, molti dei quali molto prima di entrare a far parte di quell'azienda. Ciò minaccia il mio lavoro attuale e l'unica fonte di reddito per la mia famiglia.

A questo punto ho ancora un lavoro, ma ora è debole. Tutta questa faccenda sembra assolutamente ridicola. Non riesco a smettere di essere quello che sono. Mi chiedo se qualcuno di voi abbia pensato a questo, o ricordi qualcos'altro come questo.

Un datore di lavoro può rivendicare i diritti sul tuo "stile"?

Tutti presentiamo un portfolio del nostro lavoro passato quando intervistiamo per un nuovo lavoro e questo è uno dei principali punti decisivi che viene assunto un designer. Quindi, un datore di lavoro può rivendicare questo "stile" per conto proprio? È proprietà intellettuale o solo ciò che un designer sviluppa durante la sua carriera, basato sullo stile personale e sui gusti? La mia risposta a "Ken" è stata piuttosto semplice:

“Presentiamo tutti un portfolio del nostro lavoro passato quando intervistiamo per un nuovo lavoro e questo è uno dei principali punti decisivi che viene assunto da un designer. Quindi, un datore di lavoro può rivendicare questo "stile" per conto proprio? "

Se c'è un accordo di non concorrenza (che di solito è di un anno), questo è un fattore, ma poiché sei stato lasciato andare perché il tuo stile di progettazione non corrispondeva alla "nuova direzione" dell'azienda, allora non c'è conflitto di interessi.

Assicurate il vostro nuovo datore di lavoro che non ci saranno problemi nel trovarsi in alcun problema legale (probabilmente sono più spaventati saranno costretti a spendere migliaia solo per negare qualsiasi accusa di complicità) e assumete un avvocato per scrivere una semplice lettera affermando che lì non è stato un non-competere, il tuo "stile" di design è uno stile personale appreso per tutta la durata della tua carriera, spendi $ 200- $ 300 per averlo fatto e scrivilo a un misero ex datore di lavoro che preferiva non andare al lavoro per un concorrente.

"Ken" ha spiegato ulteriormente il suo dilemma:

Il primo avvocato della compagnia mi ha inviato una lettera di cessazione e di rinuncia che prendeva nota e includeva un "accordo di non divulgazione e di non concorrenza" che avevo firmato nel 2009. Tuttavia, è al 100% pertinente alla non divulgazione (non dare via segreti commerciali, ecc.). Non contiene alcuna verbosità "non competitiva".

L'unica cosa che mi è venuta in mente in una situazione come questa è stata quella di giocarci a livello legale in quanto "Ken" potrebbe dover affrontare enormi spese legali se il suo ex datore di lavoro volesse buttare via migliaia di dollari solo per vendicarsi.

Potresti semplicemente riscrivere e dire "portami in tribunale!" È dubbio che spenderanno i $ 3K + necessari per portarti in tribunale. Se lo fanno, mostra "Pro Se" (che rappresenta te stesso) e invoca il tuo caso al giudice che lo espellerà. Semplicemente non ha alcun merito e non possono negarti di vivere nella tua professione quando non rivela alcun segreto al tuo precedente datore di lavoro e non ti hanno allenato nel design, costruendo così lo "stile" a cui stanno facendo un reclamo.

Hallmark Cards e American Greetings assumevano sempre le persone l'una dall'altra e nessuno è mai stato citato in giudizio per gli accordi di non concorrenza. Apparentemente è molto difficile far rispettare questi accordi e se il tuo contratto non ha nulla a che fare con la non concorrenza, allora sei in chiaro. Stanno solo facendo sesso, cercando di spaventarti.

Quando lavoravo per MAD Magazine, ricevevamo molte lettere, minacciando azioni legali. L'editore rispondeva sempre con due parole e non erano "buon compleanno".

"Ken" era ancora spaventato dalla prospettiva di non solo perdere il suo attuale lavoro, ma anche di affrontare tali sciocchezze:

Vorrei che fosse così semplice. Non è il colore o i caratteri o qualcosa di specifico, vogliono solo che cambi il mio stile di design. Ecco un preventivo diretto da loro che è stato inviato al mio attuale datore di lavoro. “Ritorna al tuo precedente stile di design o creane uno nuovo completamente unico. Guarderemo tutta la pubblicità e il marketing che provengono dalla tua organizzazione e perseguiremo eventuali infrazioni ".

Alcuni potrebbero interpretarlo come un invito ad assumere un designer diverso. Sembra che non siano troppo contenti della competizione recentemente rinvigorita, con la richiesta di tornare indietro.

Conclusione

"Ken" ha convenuto che avrebbe dovuto spendere i soldi per avere una lettera redatta e presentata da un avvocato, affrontando le accuse e le minacce del suo ex datore di lavoro. È un peccato che dovrebbe spendere qualche centinaio di dollari, e forse di più se la compagnia dovesse riscrivere e alla risposta si debba rispondere ancora una volta, ma alla lunga è l'unica cosa che può fare per coprirsi, così come il suo attuale datore di lavoro, legalmente.

"Sfortunatamente, con alcuni stati che approvano leggi sul" diritto al lavoro "e altre leggi a tutela dei datori di lavoro, l'atmosfera non è a favore dei dipendenti."

Quando sei assunto per la prima volta da una società, potrebbero insistere su un accordo di non concorrenza e di non divulgazione, nonché un accordo di lavoro "a volontà", il che significa che possono licenziarti in qualsiasi momento, per qualsiasi motivo (che può escluderti da qualsiasi tipo di indennizzo o fine rapporto). A quel punto puoi firmarlo o andartene. Sfortunatamente, con alcuni stati che approvano leggi sul "diritto al lavoro" e altre leggi che proteggono i datori di lavoro, l'atmosfera non è a favore dei dipendenti.

"Ken" dovrebbe andare bene e mantenere il suo lavoro attuale. Sfortunatamente, nessuno può, o dovrebbe subire un colpo finanziario come questo per combattere con un ex datore di lavoro che preferirebbe che i dipendenti lasciati andare semplicemente impacchettassero le loro cose e poi saltassero giù dalla parte più alta dell'edificio, in un vulcano di rovente magma, scomparendo per sempre.

Fotografie Stock Per gentile concessione del mercato creativo

© Copyright 2021 | computer06.com