Perché ogni designer ha bisogno di un codice etico

Molte professioni hanno codici etici, un insieme comune di principi guida che ti aiutano a prendere decisioni giuste. I codici spesso proteggono sia il lavoratore che il cliente da cattive pratiche commerciali.

I designer che lavorano in un team o in un singolo ambiente dovrebbero lavorare con un codice etico. Molti designer potrebbero persino seguire più codici: uno impostato da un datore di lavoro, uno impostato da organizzazioni professionali e uno che è un insieme più personale di regole e linee guida. Una cosa è certa: ogni designer ha bisogno di un codice etico.

Principi chiave

Sebbene ci siano vari punti in ogni codice etico, la maggior parte contiene un insieme chiave di principi. I codici spesso descrivono la responsabilità del progettista nei confronti dei clienti, il modo in cui i progettisti dovrebbero interagire tra loro, la responsabilità del progettista nei confronti del pubblico e dell'ambiente, le commissioni, i compensi e la condotta di base (compresa l'onestà e la concorrenza leale).

Responsabilità del progettista nei confronti dei clienti

Il principio definisce il modo base in cui interagirai con i clienti. I concetti includono conflitti di interesse, riservatezza e responsabilità e comportamenti professionali. Il modo in cui decidi di interagire con i clienti è importante e determinerà il tono per chi ti assume e la reputazione che guadagni nel settore.

Come i designer interagiscono tra loro

Il modo in cui i designer lavorano e interagiscono tra loro è altrettanto prezioso di un concetto quanto lavorare con i clienti. Gli articoli che sono spesso coperti dal principio includono prendere o lavorare su progetti avviati da altri designer; concorrenza leale e aperta negli affari; obiettività; onorare tutti gli altri lavori inclusi diritti d'autore, marchi e altre proprietà di design; e lavorare nell'ambito di altri codici di condotta pertinenti e generalmente accettati.

Responsabilità del progettista nei confronti del pubblico

I designer dovrebbero anche pensare al modo in cui lavorano che possono avere un impatto sulle persone che lo vedranno. Questo pubblico include il pubblico di grandi gruppi di clienti distinti e la comunità in cui il designer lavora e vive. Le cose da considerare includono la realizzazione di progetti che potrebbero comportare un certo grado di danno per il pubblico, il messaggio comunicato e la sua veridicità, il rispetto reciproco del pubblico, le azioni discriminatorie e l'obbligo di servire la comunità.

Commissioni e indennità

Una delle cose che classifica un design professionale in quanto tale è la riscossione di tasse e pagamenti per lavoro. Un buon codice delinea inoltre commissioni e pagamenti, quali tipi di commissioni sono accettabili, quando si prende una commissione potrebbe causare potenziali conflitti, come mantenere e onorare i contratti e disposizioni per le stime (se applicabile).

Condotta di base

Spesso i codici etici delineano le regole di base della condotta professionale. Ciò si riferisce alla comprensione e all'obbedienza a tutte le leggi applicabili, ma anche a buone e corrette pratiche commerciali. Alcune cose da considerare includono la capacità di accettare regali per lavoro, rifiutare il lavoro illegale o fraudolento e lavorare (o rifiutare di lavorare) su progetti intenzionalmente fuorvianti o ingannevoli in un modo che può causare danni.

Standard professionali

La maggior parte delle organizzazioni professionali ha un codice etico o pratiche standard che sono un buon punto di partenza. Se sei un membro di queste organizzazioni, probabilmente hai firmato il codice specifico del gruppo, dicendo che lavoreresti in modo tale da sostenerlo.

Sebbene ciascuno di questi codici possa essere leggermente diverso, tutti coprono molti degli stessi principi chiave. Ecco alcuni dei codici di gruppi di progettazione affidabili:

  • AIGA, l'associazione professionale per il design
  • L'Accademia dei professionisti del design
  • AGDA, Australian Graphic Design Association
  • Society of Graphic Designers of Canada
  • Gilda degli artisti grafici

Delineare un codice

Lo sviluppo del codice etico personale è importante tanto quanto quello seguito da un gruppo aziendale o professionale. Ci sono alcune parti del lavoro che sono più importanti o collegate a determinati sistemi di credenze per diversi designer. Se è importante per te e avrà un impatto sul modo in cui lavori, dovrebbe far parte del tuo codice etico personale / professionale.

Il designer Rob Russo parla del suo codice etico in "Rewriting the Boy Scout Law for Graphic Designers" sul suo blog ed è un eccellente esempio di come delineare e creare un codice. Il codice di Russo si basa sulla legge Boy Scout: "Uno scout è: affidabile, leale, utile, amichevole, cortese, gentile, obbediente, allegro, parsimonioso, coraggioso, pulito e riverente."

Collega ognuna di queste 12 parole in una "Legge del Designer" che definisce come i designer dovrebbero lavorare in termini di "ricerca, assunzione e costruzione di una relazione di lavoro a lungo termine con un graphic designer". Sostiene che queste 12 parole racchiudono caratteristiche che ogni designer dovrebbe avere (o almeno provare a mantenere).

Segui i consigli di Russo durante la creazione del codice. Quando pensi a un designer bravo, onesto e rispettabile che ammiri, quali parole ti vengono in mente? Usa quelle parole come contorno per il tuo codice. Crea questo documento come addendum a un altro codice professionale che segui. Va benissimo notare: “Sono un membro di (inserisci organizzazione e link qui) e seguo il loro codice etico e gli standard. Inoltre, obbedisco anche ai seguenti principi etici elencati di seguito. "

Quando si sviluppa un codice, considerare anche diverse pratiche di lavoro e se sono accettabili: farai pro bono (o lavoro gratuito)? La partecipazione a concorsi o concorsi di progettazione è importante? Lavorerai su base spec o potenziale? Come funzionerà la fatturazione e il prezzo (piatto, orario, fornire stime)? Come saranno risolti i conflitti dei clienti?

Mantenere un codice

Una volta stabilito un codice (o due) da seguire, è importante mantenere e mantenere detti principi e pratiche. A volte questo può essere difficile e difficile. Quindi come puoi farlo?

Il primo passo è rimanere aggiornati con le modifiche o le revisioni del codice. Le organizzazioni professionali rivisitano spesso il codice ogni anno. Renderlo un obiettivo leggerlo almeno una volta all'anno come aggiornamento.

Assicurati di mantenere aggiornati i codici che mantieni (o che aiuti a rivedere) con la tecnologia. Poiché vengono utilizzati nuovi metodi per creare lavoro, questi dovrebbero essere affrontati in linee guida etiche.

Pensa al codice in termini di cose che farai e non farai. Alcuni esempi di questo includono "Farò solo lavori originali, rispetterò altri designer nella mia comunità e competerò onestamente ed equamente" e "Non copierò il lavoro di altri, parlerò male di altri designer, fatturerò ingiustamente o lavorerò in modo ingannevole".

Vantaggi della trasparenza

Non solo dovresti sapere con quali codici etici lavorerai, ma può essere una buona idea informare anche i tuoi clienti. Alla gente piace lavorare e fare affari con altri gruppi che seguono pratiche commerciali simili. Questo può semplificarti la collaborazione con un cliente perché capiranno in anticipo come intendi lavorare e fare affari.

Spesso i gruppi di progettazione, individui e aziende pubblicheranno i propri standard e codici etici sui propri siti Web. Tre buoni esempi sono:

  • Joe Donnelly Design: servizi freelance di grafica, logo, stampa e web design
  • Experience Art and Design, Inc .: Gruppo di esperienza nel design digitale
  • RJM Web Design: sviluppatore web professionale

Oltre ad aiutarti a lavorare meglio con i clienti, avere un chiaro codice etico può aiutarti a risolvere i problemi che ricadono nelle aree grigie prima che diventino davvero problemi. Qualsiasi problema che dovesse sorgere dovrebbe superare ogni standard di comportamento etico. Se mantieni e segui le tue linee guida, non finirai in altrettante situazioni difficili.

Conclusione

Il modo in cui conduci te stesso e gli affari richiede un'attenta considerazione. A parte le preoccupazioni legali, non ci sono molte risposte specificamente giuste o sbagliate quando si tratta di etica. La chiave sta nel creare linee guida di lavoro che si adattino alla tua attività e personalità. Ciò che è accettabile per un'azienda potrebbe non esserlo per un'altra.

Quali codici etici segui? Esiste un codice di organizzazione che ritieni si adatti meglio al tuo lavoro e agli obiettivi e agli standard professionali? Condividi i tuoi pensieri con noi nei commenti, su Facebook o Twitter.

© Copyright 2022 | computer06.com