Il mio design è stato plagiato (o è solo lusinghiero)?

Non c'è più niente di originale? È un concetto di cui tutti i designer parlano continuamente. Tutte le idee originali "sono già state utilizzate". Ma è vero? (Io, per esempio, non sono sicuro di crederci davvero.) E se è vero, stiamo tutti plagiando tutti gli altri progetti su base giornaliera?

Tutte queste sono idee che vengono lanciate liberamente, ma hanno implicazioni abbastanza serie. Quindi, come fai a sapere se la tua idea di design è stata plagiata? O un concetto simile è solo la forma più sincera di adulazione? Scaviamo un po 'più a fondo oggi ...

Design "in prestito"

Ci sono molti modi in cui i designer "prendono in prestito" il design. Vedi una grande idea e la usi. Riutilizzi un concetto che hai sviluppato - e possibilmente cestinato - durante un altro progetto. Riutilizzi un'idea o un concetto dimenticato, tuo o da qualche altra parte.

Ma dov'è il confine tra adulazione e plagio? Ed è difendibile? Spesso la risposta a entrambe le domande è nell'occhio dell'offeso.

Che cos'è il plagio?

“Plagio: rubare e svenire (le idee o le parole di un altro) come proprie; da usare (produzione di un altro) senza accreditare la fonte ". - Dizionario Merriam-Webster

Gli studenti, dalla scuola elementare all'università, hanno familiarità con il termine e le sue implicazioni quando si tratta di incarichi di classe e in particolare di compiti di scrittura. Gli insegnanti utilizzano spesso un software speciale per verificare la presenza di frasi scritte che non sono state correttamente attribuite e le violazioni possono essere soggette a severe sanzioni e violazioni del codice o della politica scolastica a tutti i livelli.

Quando si tratta di design, la definizione diventa un po 'più oscura. Come puoi davvero dimostrare che due disegni sono esattamente gli stessi? E il sospetto plagio sapeva addirittura che esisteva la prima opera? Mentre i designer spesso parlano di "plagio del design", molti sono divisi sul fatto che esista e su come affrontarlo.

Come accade il plagio?

Il plagio può accadere sia intenzionalmente che involontariamente. Gli esempi più eclatanti di copia si verificano quando una replica esatta viene creata apposta e senza rimorsi.

Ma altrettanto comunemente, il lavoro viene copiato inavvertitamente. Supponi di aver visto un bel poster con una e commerciale gigante su uno sfondo blu e poi sei tornato indietro e hai usato lo stesso concetto un set di biglietti da visita mesi dopo senza attribuzione. Potresti non ricordare nemmeno la fonte originale. Ti arrabbi se lo rivedessi?

La copia spesso deriva anche da pigrizia o cattiva pianificazione. Quando i progettisti si affrettano a completare i progetti, può essere facile "rubare" un po 'di ispirazione da un'altra fonte. Anche se non è intenzionale.

Il plagio può verificarsi anche quando si copia il proprio lavoro. Che si tratti di un design scartato o di un concetto simile, fornire copie (anche se sono le tue) può sembrare un plagio per un cliente. Non è qualcosa che vorresti difendere.

E se il mio lavoro fosse plagiato?

Definire il plagio agli occhi della legge può essere difficile e può variare a seconda di dove vivi. Mentre usiamo spesso il termine plagio, la maggior parte dei casi di copiatura arriva in tribunale in base alla legge sui marchi o sul copyright.

Il primo passo se ritieni che il tuo lavoro sia stato copiato, è contattare l'autore del reato. Scrivi al designer spiegando loro la situazione in un modo molto gentile e amichevole. Puoi considerare di inviare alla persona una copia dell'opera originale, perché non sei soddisfatto della copia e cosa vorresti succedere dopo.

Le opzioni per le azioni correttive includono la revisione dell'opera in questione, il credito e il collegamento del concetto all'utente, il risarcimento per il materiale copiato o la rimozione immediata del materiale.

Questa lettera può essere sufficiente per terminare la distribuzione dell'opera copiata. In caso contrario, potrebbe essere necessario esaminare le opzioni legali in cui risiedi.

Il primo passo ufficiale è spesso inviare una lettera di cessazione e desistere (e assicurarsi di tenere traccia di tutta la corrispondenza). In caso di copia online, puoi anche segnalare i trasgressori a Google per la revisione. Ma - e questo è di vitale importanza - devi essere in grado di stabilire di possedere il concetto, l'idea o il materiale originale.

Evita il plagio

Spesso sono lusingato e arrabbiato quando vedo replicare il mio lavoro altrove. Le emozioni sono intrecciate e talvolta difficili da risolvere. Quindi, come evitare di copiare involontariamente qualcun altro?

Innanzitutto, non copiare un disegno e prova a passarlo come tuo. E 'davvero così semplice.

È OK vedere un concetto o una tendenza e provare a farlo funzionare a modo tuo. Diamo un'occhiata al concetto molto alla moda di design di siti Web piatti. Comprende caratteristiche distinte come il colore e le scelte tipografiche sans serif, portando molti di questi siti ad avere un aspetto abbastanza simile. Ma aggiungi il tuo tocco o il tuo stile per evitare di fare una copia carbone.

Guarda i loghi sopra. Sono gli stessi? Chi possiede l'idea? È qui che entra in gioco l'oscurità. Solo perché qualcosa è simile, non significa che sia stato copiato.

Una volta che hai passato una build di design, torna alla fonte della tua ispirazione e fai un rapido confronto di controllo dell'intestino. Quanto sono simili i disegni? Se sei un po 'a disagio, potrebbe essere il momento di ripensare il tuo progetto.

Infine, se usi qualcosa proveniente da un'altra fonte, segui le regole stabilite dai tuoi insegnanti di scuola elementare e dai credito. È una buona abitudine avere e ti terrà fuori dai guai a lungo termine se citi fonti e fornisci collegamenti a lavori correlati. Lo faresti quando scrivi un articolo o un articolo, quindi perché non farlo anche quando disegni?

Una conversazione in corso

La conversazione sul plagio del design sta diventando una parte forte del dialogo della comunità del design in ogni momento. Il designer della Florida Paul Wallen ha intervistato più di cinquanta designer e ha scritto un articolo sulla sua esperienza con il plagio del design per la Society for News Design all'inizio di quest'anno.

I risultati sono stati molto contrastanti tra quelli intervistati, con persone su entrambi i lati del problema. Le risposte alle domande del sondaggio di Wallen sono sbalorditive e si applicano ai progettisti di tutti i mezzi. Le domande includevano:

  • Credi che esista un plagio visivo?
  • Credi che ricreare il lavoro degli altri possa essere uno strumento di apprendimento valido?
  • Come si distingue la differenza tra ispirazione e copia?
  • Il tuo lavoro è mai stato copiato?

Conclusione

Poiché definire il plagio del design è difficile, il miglior consiglio è quello di prendersi cura quando si crea il proprio lavoro. Pensa a ciò che stai creando, a come è nata l'idea e quali parti di essa potrebbero apparire come altre cose.

Ci sono davvero altre idee "nuove"? Penso che ci siano nuovi modi di fare le cose. Ma ci sono anche molte cose simili al passato. La migliore pratica è solo essere intelligenti e aperti alle conversazioni se qualcuno dice che hai copiato il loro lavoro.

Quindi esiste davvero il plagio visivo o è solo adulazione? Da che parte dell'argomento sei tu? Condividi i tuoi pensieri e le storie personali nei commenti.

Fonte immagine: Sean Savage.

© Copyright 2022 | computer06.com