Glossario del design Jargon - New & Old (Part 2)

Mentre un gergo di design è abbastanza nuovo, altri termini risalgono a centinaia di anni. Mentre i significati potrebbero non essere cambiati molto, alcune applicazioni lo hanno fatto. Affinché designer e clienti possano comunicare in modo efficace, tutti devono comprendere il gergo.

Analizzeremo una parte della terminologia, in base al tipo di progettazione, nella speranza di rendere più semplice la comunicazione più efficace tra designer e clienti. Ecco una guida a cosa significa tutto con 12 termini ciascuno nelle categorie di design di stampa e design del tipo. Torna indietro e leggi la Parte 1 per i termini relativi al design generale e al web design.

Esplora risorse di progettazione

Stampa design

Mentre molti dei termini usati per parlare di design di stampa sono in circolazione da molto tempo, possono non avere familiarità con coloro che non li usano tutti i giorni. Molte delle parole indicate qui hanno a che fare con l'elaborazione, l'imballaggio e la preparazione del tuo progetto per la pubblicazione.

Bleed: un elemento che va e si estende oltre il margine stampabile. Un bleed assicurerà che l'elemento stampato finale includa il disegno fino al bordo.

DPI (punti per pollice): i punti sono la più piccola unità di misura durante la stampa di immagini. DPI si riferisce alla risoluzione di un oggetto digitale stampato.

Goffratura: lo stampaggio o la pressatura della carta per rendere il testo delle immagini qualcosa che puoi davvero sentire. La superficie della carta sollevata può essere creata usando il calore o la pressione.

Folio: un insieme di numeri di pagina correnti e informazioni come il nome della pubblicazione stampate al di fuori dei normali margini del mago. Un folio viene in genere posizionato nella parte superiore di una pagina e viene impostato a filo a sinistra nelle pagine a sinistra e a filo a destra nelle pagine a destra. Un folio nella parte inferiore della pagina è chiamato drop folio.

Hickey: il segno lasciato da polvere, detriti o inchiostro secco incollato su una lastra di stampa e trasferito sul prodotto stampato. Questi spesso appaiono a forma di piccole macchie o punti.

Area immagine: la parte di una lastra di stampa che include inchiostro e può essere trasferita su carta. L'area dell'immagine può essere uguale o inferiore al formato della carta.

Obitorio: una raccolta di materiali stampati finali, come una copia di ogni volantino o brochure realizzata da un'azienda o una copia di ogni edizione di un giornale o una rivista. Questo record storico funge anche da materiale di riferimento.

Pacchetto: quando si sta preparando un lavoro di stampa da consegnare a terzi, si raccolgono tutti i file rilevanti - immagini, caratteri, colori e report del pacchetto - in una cartella in cui tutto si collega al documento da stampare. Questo file aiuta a garantire che tutti gli elementi vengano visualizzati e stampati correttamente con il fornitore contrattato. (Il software di pubblicazione Adobe ha un'opzione "Pacchetto" per la creazione di questo file con pochi clic.)

Stampa di processo: un sistema in cui un'immagine a colori è divisa in diversi valori di colore - ciano, magenta, giallo e nero (CMYK) - mediante l'uso di filtri e schermi o digitalmente con software e quindi trasferita su lastre di stampa, riproducendo il colore originale.

Registrazione (segni di registro): allineamento reciproco delle lastre stampate. Una buona registrazione avviene quando tutto viene stampato senza ombre; una scarsa registrazione comporta cambiamenti di colore visibili. I segni di registrazione sono piccoli segni o punti incrociati che le stampanti utilizzano per mantenere le lastre colorate allineate correttamente.

Diffusione: pagine affiancate progettate insieme e destinate alla stampa come unità. Uno spread è costituito da una pagina di sinistra con numero pari e una pagina di destra con numero dispari.

Foglio a strappo: una copia di una pagina di qualcosa mentre correva in stampa. I fogli lacrimali vengono utilizzati per dimostrare la pubblicazione e sono spesso richiesti da agenzie pubblicitarie o di progettazione dopo la pubblicazione di qualcosa.

Tipo di disegno

Il tipo è una parte importante di qualsiasi progetto di design. Può anche essere qualcosa di progettato da solo. Comprendere come viene usato il tipo, le parti di base di una lettera e come le parole si uniscono in mostra sono i concetti di base dietro un gergo di tipo.

Ascendente: la parte di una lettera che si estende sopra l'altezza x (dimensione di una x minuscola in qualsiasi tipo di famiglia). Pensa ai tratti delle lettere d, f, h e t.

Linea di base: la linea spesso immaginaria su cui siedono la maggior parte delle lettere di una famiglia di tipi per creare una linea retta di testo. Senza una linea di base, le lettere sono frastagliate e spesso difficili da leggere. Le opzioni di sottolineatura predefinite spesso si basano anche sulla linea di base.

Corpo del testo (copia del corpo): il contenuto del testo principale di un documento. Il testo del corpo è spesso raggruppato in paragrafi ed è una dimensione comune in un documento. Il testo del corpo non è sempre il più piccolo in un progetto ma è una delle dimensioni più piccole.

Chiama: tutte le parole o le lettere che non sono progettate come il testo del corpo principale ma contengono parole di quel testo. I call out comuni includono citazioni o frasi usate come elementi artistici nel design.

Discendente: la parte di una lettera che si estende sotto l'altezza x (dimensione di una x minuscola in qualsiasi tipo di famiglia). Pensa ai tratti delle lettere g, j, qey.

Carattere di visualizzazione: un carattere che è stato progettato per apparire bene in punti di grandi dimensioni, spesso per l'uso nei titoli. "In genere un tale carattere non è così leggibile a dimensioni inferiori per grandi quantità di testo", secondo Adobe. "Se un font serif con dimensioni ottiche, avrà probabilmente gambi principali più leggeri e serif e barre trasversali molto più leggeri rispetto a una versione in formato testo dello stesso carattere tipografico."

Mobili: qualsiasi testo utilizzato nel disegno che non sia il testo del corpo principale. Ciò include titoli, didascalie, citazioni e altre chiamate ed elementi di navigazione.

Legatura: due o più lettere che si sovrappongono per formare una singola forma di lettera risultano in una legatura. Alcuni caratteri tipografici consentono di attivare o disattivare le legature. Le legature comuni sono formate usando sequenze di fl e fi. Mentre ad alcuni designer piace l'aspetto delle legature, la forma può essere scomoda in molti usi.

River: un percorso ottico di spazio bianco che a volte si verifica quando spazi di parole in righe di tipo successive si verificano immediatamente uno sotto l'altro e continuano per diverse righe. Questo effetto può essere fonte di distrazione per i lettori, rendendo la leggibilità una preoccupazione.

Serif: il piccolo tratto alla fine di qualsiasi forma di lettera. Serif descrive lo stesso tratto e qualsiasi tipo di stile che utilizza serif. I caratteri tipografici comuni come Times e Georgia sono serif. Le forme letterali che non contengono questi tratti aggiuntivi sono chiamate sans serif e includono caratteri tipografici popolari come Arial ed Helvetica.

Vedova (orfana): una riga molto breve alla fine di un paragrafo o colonna di tipo è chiamata vedova. In genere una vedova è una singola parola o parte di una parola sillabata e dovrebbe essere evitata. Un orfano è una singola parola o un bit molto breve di tipo nella parte superiore di una colonna o di una pagina. Le vedove e gli orfani possono rendere difficile la lettura del testo e dovrebbero essere evitati e corretti con il montaggio a copia o una modifica.

A capo (runaround): lo spazio tra il testo (o altri elementi) nel disegno. Il ritorno a capo dovrebbe essere abbastanza distante in modo che il testo sia facilmente distinguibile da altri elementi, ma non così lontano da non connettere visivamente gli elementi. Le specifiche dell'involucro devono essere utilizzate in modo coerente durante un progetto di design.

Cosa ha detto?

È importante ricordare anche il pubblico e il contesto quando parliamo di gergo del design. Ecco quattro termini che potrebbero farti ripensare a ciò che potresti aver sentito.

Griglia bastarda: qualsiasi lavoro svolto sulla griglia standard per un progetto. Le colonne e gli elementi sono ancora una specie di griglia, ma non la griglia del documento.

Dingbat: qualsiasi tipo di carattere che utilizza simboli anziché lettere e numeri.

Silenziato: qualsiasi colore che viene ammorbidito o reso meno vivido, spesso con l'aggiunta di bianco, perde la saturazione e viene disattivato.

Ragged (o rag): il tipo che non si estende da un bordo all'altro in una colonna è sfilacciato. Il tipo allineato a sinistra è sfilacciato a destra e il tipo allineato a destra è sfilacciato a sinistra.

Conclusione

Ogni settore ha una serie di termini che a volte possono rendere difficile per coloro che non conoscono il gergo. Come designer, dovresti provare a usare meno gergo quando parli con i clienti e se sembrano persi fermati e spiega cosa intendi per loro in un modo più semplice.

Come cliente, fermati e chiedi al designer se non sei sicuro di cosa stia parlando. Comprendere ogni aspetto di un progetto ti renderà più facile ottenere ciò che stai cercando.

Spero che questo primer ti abbia aiutato a capire un po 'di più il linguaggio del design. Quali altre parole ascolti più spesso in questi giorni? Sai cosa significano? Condividi con noi nei commenti.

Fonti di immagini: con Associates e Lindsey Turner.

© Copyright 2021 | computer06.com