Dilemma del design: perché un contratto è sempre necessario!

Unisciti a noi mentre approfondiamo il nostro primo "Dilemma del design", aiutandoci a rispondere alle tue domande, domande e preoccupazioni sul mondo oscuro del design ...

Jody L. scrive: Ho un semplice progetto logo che avrebbe dovuto durare una settimana e, a causa dei cambiamenti e dell'indecisione da parte del cliente, sono diventati due mesi infernali. Ora il cliente si rifiuta di pagare per le modifiche. Ho consegnato il logo e il cliente lo ha già stampato. Non ho un contratto o altro. Cosa posso fare per ricevere l'intero importo e per le modifiche?

Non sei solo

Bene, Jody, sei nella stessa trappola in cui si trovano molti designer. Hai presentato il lavoro, fatto il preventivo e probabilmente hai pensato di inviare tre o quattro concetti di logo, ottenere un'approvazione, terminare il progetto e il controllo ti sarebbe stato consegnato o sarebbe arrivato per posta 30 giorni dopo? Purtroppo non hai scritto nulla, il che è un grosso problema.

Ancora una volta, sei in buona compagnia poiché un recente sondaggio sui designer rivela che il 39% dei designer non ha bisogno di un contratto firmato. I numeri sono probabilmente più alti poiché scommetto che alcuni degli intervistati erano imbarazzati nell'ammettere che non usano un contratto.

Sfortunatamente, un contratto, un modulo di ingaggio, un ordine di acquisto o un ordine di lavoro, qualunque cosa tu lo chiami, dovrebbe essere usato il 100% delle volte. Quello che facciamo è un'opera d'arte e non un'opera d'arte. Gli affari sono affari e se non agiamo come professionisti, non c'è motivo per cui i clienti ci tratteranno come tali.

Per ogni progetto, dovresti scrivere un brief creativo con il tuo cliente. Sedendosi ed esplorando i parametri del progetto, i clienti hanno bisogno e desideri elimina la maggior parte dei malintesi che si verificano in seguito in un progetto che portano a molteplici cambiamenti.

"Il design non è un processo magico in cui un cliente richiede un logo e appare solo un giorno - TA-DA!"

Il design non è un processo magico in cui un cliente richiede un logo e appare solo un giorno - TA-DA! Il design è un processo per scoprire le esigenze del cliente, il branding, il mantenimento della mano in un processo di creatività che i non creativi non comprendono, così come la considerazione professionale per entrambe le parti.

Il cliente ha capito che le modifiche erano limitate o che le modifiche extra sarebbero costate di più? Altrimenti, pensa che non hai il diritto di chiedere soldi extra. Se l'hai detto, forse non ricordano? Forse non vogliono ricordare?

Avvio del percorso carta

Prima di eseguire qualsiasi lavoro di progettazione, il cliente deve ricevere e firmare (o utilizzare un contratto inviato per e-mail per una firma elettronica) un contratto. Ecco dove diventa complicato per i progettisti che si occupano di una piccola impresa o di una ditta individuale. I motivi più comuni per cui non viene utilizzato un contratto:

  • Il cliente rifiuta di firmare un contratto.
  • Il cliente insiste sul fatto che un contratto non è necessario perché può essere "attendibile".
  • Il cliente ha il proprio contratto ma non viene mai emesso anche se il progetto è avviato.
  • Il designer non ha un contratto.
  • Il designer è troppo timido per chiedere un contratto.

I contratti fanno parte di tutte le attività commerciali

I clienti firmano contratti in ogni momento. Per il servizio telefonico, il leasing spaziale, le apparecchiature per ufficio, i servizi di pulizia, ecc. Il design è un servizio e anche loro dovrebbero firmare un contratto. In caso contrario, stai prendendo in prestito problemi.

La fiducia fa parte di qualsiasi attività commerciale. Quando una volta ho risposto a un cliente che ha affermato che non era necessario un contratto, "Mi fido di te, ma se sei investito da un autobus, ho bisogno di un contratto per mantenere il progetto in corso con la tua sostituzione, nonché i termini per che tu ed io abbiamo concordato. " Un altro approccio è ricordare al cliente che la legge sul copyright afferma che il materiale protetto da copyright può essere trasferito solo per iscritto e che un contratto lo protegge dalla società da eventuali futuri problemi di copyright che potrebbero sorgere.

Non avviare mai un progetto senza un contratto! Se un cliente dice "arriverà presto", allora digli che devi aspettare che arrivi. Ciò che hai concordato e ciò che è nel loro contratto scritto può (e probabilmente lo sarà) essere diverso.

Trovare contratti pre-scritti è facile. Docracy.com offre contratti gratuiti e ha molto per i progettisti, comprese le versioni che possono essere inviate per e-mail a un cliente, con un codice che una volta avviato il progetto, il contratto è considerato accettabile da entrambe le parti. Nessuna firma necessaria.

Perché essere timido nell'ottenere un accordo firmato? Al cliente non piacerai? Il cliente verrà insultato non ti fidi di loro? Il cliente potrebbe non voler darti il ​​progetto? Fai crescere un paio! Se hai paura della parola "contratto", chiamala "modulo di fidanzamento". Chiamalo un "soffice coniglietto" se devi, ma fallo per iscritto!

Il mondo degli affari è un luogo difficile e non una terra di unicorni scintillanti e impetuosi che scoreggiano arcobaleni. Il darwinismo uccide i deboli e per sopravvivere, a volte devi bloccare le corna e un contratto ti dà l'arma per vincere battaglie.

Un contratto ti assicura che non ci saranno cambiamenti eccessivi e verrai pagato per intero? Sfortunatamente, non lo farà ma farà diverse cose per aiutare, come:

  • Spiega termini, pagamenti e consegna. Supponiamo che tu voglia il 30% -50% per un deposito di sradicamento, una percentuale dopo l'approvazione degli schizzi e un pagamento finale alla consegna. Un contratto stabilisce tutto ed è necessario per il tuo progetto procedere e consegnare il lavoro al cliente. È scritto e nessuna delle parti può affermare di non essere a conoscenza dei termini di pagamento.
  • Assicura a ciascuna parte i diritti trasferiti, rivendicazione di file, utilizzo e qualsiasi altro diritto acquistato.
  • Stabilirà una tariffa oraria o limiterà il numero di revisioni per le quali un cliente dovrà pagare o può effettuare prima che una tariffa oraria entri in progetti a tariffa forfettaria.
  • È l'accordo sul quale si basano le azioni giudiziarie o di riscossione. Come qualsiasi giudice ti dirà; "Un contratto è un contratto è un contratto!"

In conclusione

"Il mondo degli affari è un luogo difficile e non una terra di unicorni scintillanti e impetuosi che scoreggiano arcobaleni."

Quindi, Jody, un contratto avrebbe limitato la quantità di revisioni o almeno ti avrebbe assicurato un giusto pagamento per le modifiche e il tempo extra che dedichi al progetto. Per quanto riguarda la richiesta di riduzione della tariffa finale, dovresti fare affidamento sul cliente per capire che il tuo contratto era per un determinato importo e lui / lei ha accettato la tariffa intera. Inoltre, il cliente non ha il diritto di stampare o pubblicare opere per le quali non ha pagato. È in violazione della legge sul copyright (Stati Uniti - altri paesi hanno leggi diverse sulla proprietà e il loro furto).

Un contratto ti aiuterà a dimostrarlo ed è un grande chip di contrattazione in tribunale (il lavoro viene utilizzato, quindi la tassa è prevista per intero, oltre ad altre possibili tasse e danni dovuti al progettista). Puoi provare un tribunale per controversie di modesta entità e sperare di ottenere almeno un po 'di pagamento poiché il logo è stato consegnato e utilizzato, ma l'importo potrebbe essere contestato dal cliente. A meno che tu non abbia qualcosa ... qualsiasi cosa per iscritto, potresti doverti accontentare di molto meno di quanto meriti o citato in origine. Questo è il problema con un progetto concordato su una stretta di mano.

Inoltre, salva tutte le email tra te e il client. In caso di modifiche o richieste relative ai limiti contrattuali, allegare copie al contratto poiché potrebbero essere necessarie in un secondo momento. Come designer freelance, sei anche un imprenditore e non è tutto tempo di progettazione. Parte di esso è roba non così divertente come l'amministrazione e i contratti ne fanno parte. Spero che questo ti abbia aiutato.

Inviaci il tuo dilemma!

Hai un dilemma del design? Speider Schneider risponderà personalmente alle tue domande - invia il tuo dilemma a [e-mail protetto]!

Speider ha creato progetti per Disney / Pixar, Warner Bros., Harley-Davidson e Viacom tra le altre importanti aziende ed è un ex membro del consiglio di amministrazione della Graphic Artists Guild e copresidente del GAG Professional Practices Committee. Scrive per blog globali sull'etica del design e le pratiche commerciali e ha contribuito a numerosi libri sull'argomento business per i designer.

Immagine © GL Stock Images

© Copyright 2021 | computer06.com