Design Dilemma: un cliente che vuole un contratto?

L'apocalisse è arrivata su di noi? Un cliente vuole un contratto e non si affida alla linea "puoi fidarti di me" ... soprattutto perché è un caso in cui non si fidano di te. Tuttavia, un contratto è un contratto.

Margaret A. scrive: Ciao, recentemente ho deciso di fondare la mia compagnia. Avevo un sacco di idee, ma non le capacità per metterle sulla carta, quindi sto assumendo un illustratore. Sono un'azienda molto piccola senza nome e non so come funziona il copyright. Speravo di poter scrivere un contratto in cui affermava che non poteva rivendicare che i disegni fossero suoi, come funziona?

Unisciti a noi mentre approfondiamo un altro dilemma del design, contribuendo a rispondere alle tue domande, domande e preoccupazioni sul mondo oscuro del design ...

I contratti sono ovunque

I contratti sono ovunque su Internet e la maggior parte sono gratuiti, ma di quali ti fidi? Uno dei siti di contratti e moduli più consolidati è Docracy.

Oltre alle solite forme legali, Docracy ha una vasta selezione di forme e contratti per i creativi, grazie in gran parte alla capacità delle persone di utilizzare contratti esistenti, modificarli leggermente e ripubblicarli in quella sezione. Se non riesci a trovare esattamente quello che stai cercando, inizia con uno dei contratti di base e scegli tra le altre versioni. Soprattutto, è possibile incorporare parti della legge sul copyright in un contratto come Margaret ha richiesto.

Perché dovresti avere un contratto con un cliente? Quando stavo iniziando sul campo, un cliente diceva che non avevamo bisogno di un contratto perché potevo fidarmi di lui / lei. Risponderei: "Mi fido completamente di te, ma se vieni investito da un autobus stanotte, dovrei avere un accordo per le persone di cui potrei non fidarmi."

“Il tempo della vergogna è finito. Il 2014 è alle porte ed è tempo che i creativi raggiungano la nostra tecnologia e la utilizzino per proteggerci ".

Raramente c'era una risposta udibile o comprensibile a ciò. Tutti sanno cos'è un contratto e le persone che non li vogliono hanno un grosso problema con l'impegno per la loro parola.

NDA

Ci sono altre forme di cui avrai bisogno mentre l'era digitale ci avvolge. Un accordo di non divulgazione (NDA) per esempio. Di solito un cliente ne emette uno, ma se vuoi produrre quell'idea che è rimasta sul retro dello scaffale dell'idea per anni, allora familiarizza con il documento. Qualsiasi lavoro con una licenza o proprietà intellettuale avrà un NDA ad esso allegato.

Se lavori per una grande azienda, avranno diversi documenti che devi firmare e restituire prima di iniziare il lavoro. Il primo è un accordo di non divulgazione (NDA) . È standard e qualcosa che non dovresti temere di firmare ma leggilo e comprendi i termini.

Fondamentalmente, dice che non discuterai del progetto con nessun altro e imposterai un periodo di tempo in cui non puoi mettere i tuoi campioni in un portfolio o su un sito web o blog. Assicurati di capire qual è quel periodo di tempo in quanto le conseguenze possono essere gravi!

I contratti fanno parte del business

Ci saranno sempre clienti che semplicemente non vogliono avere a che fare con un contratto. Puoi fidarti di loro o no. Uno porta a non essere protetto e all'inevitabilità di te, come venditore, alla fine non essere felice. L'altra protegge entrambe le parti.

Questo è il fatto importante per comunicare al cliente. Il design non è il nulla etereo. Stai creando un prodotto che definirà un'azienda e il marchio con cui sono conosciuti. Un contratto garantisce strade lisce, competenti e legali per il miglior risultato possibile.

“Coloro che non usano i contratti strappano via l'intera nostra professione. Quando un cliente afferma di non aver mai dovuto firmare un contratto prima, ciò ostacola la nostra capacità di accrescere la visione professionale di cui tutti abbiamo bisogno per condurre carriere di successo. "

C'è una chiave interessante per la legge sul copyright e rafforza la necessità di un contratto - il copyright può essere trasferito solo per iscritto. Ancora un altro argomento per un contratto con un cliente. Una volta ho detto a un cliente che era titubante nel firmare un contratto che proteggeva la sua azienda da me. Aveva un'espressione confusa sul viso e gli ho spiegato che avrei potuto diventare completamente pazzo e negare di aver mai rinunciato al copyright in un secondo momento e di fargli causa per ulteriori soldi. Poi ho riso maniacalmente.

Non l'ha firmato ma non lo farà comunque. Ho imparato che se non facevo la risata, i clienti erano più propensi a firmare il contratto. Ho appena riso dentro.

Ora, con Internet e le iniziative digitali che vanno e vengono in un batter d'occhio, i contratti proteggono tutte le parti e questo è l'argomento che ha peso. Il pagamento, l'informativa e i diritti trasferiti possono essere considerati attendibili solo per iscritto. Se pensi di insultare il tuo cliente sollevando la questione di un accordo scritto, devi rivalutare il tuo posto in questo business o semplicemente abituarti al gioco d'azzardo con ogni progetto.

Coloro che non usano i contratti strappano via l'intera nostra professione. Quando un cliente afferma di non aver mai dovuto firmare un contratto prima, ciò ostacola la nostra capacità di accrescere la visione professionale di cui tutti abbiamo bisogno per condurre carriere di successo. L'utilizzo dei contratti è un fronte unito predicato da ogni organizzazione e corporazione di progettazione professionale. Assicurati che il design faccia parte di quel fronte unito.

Continuiamo a sentire l'importanza di un contratto con un cliente e i motivi per cui non si verificano. Il 39% di tutti i liberi professionisti in un recente sondaggio ha dichiarato di non utilizzare un contratto o un accordo scritto con un cliente. Il tempo della vergogna è finito. Il 2014 è alle porte ed è tempo che i creativi raggiungano la nostra tecnologia e la utilizzino per proteggerci.

Felice anno nuovo!

Inviaci il tuo dilemma!

Hai un dilemma del design? Speider Schneider risponderà personalmente alle tue domande - invia il tuo dilemma a [e-mail protetto] !

Speider ha creato progetti per Disney / Pixar, Warner Bros., Harley-Davidson e Viacom, tra le altre importanti aziende, ed è un ex membro del consiglio di amministrazione della Graphic Artists Guild e copresidente del GAG Professional Practices Committee. Scrive per blog globali sull'etica del design e le pratiche commerciali e ha contribuito a numerosi libri sull'argomento business per i designer.

Immagine in primo piano © GL Stock Images

© Copyright 2021 | computer06.com