7 cose che non hai imparato nella Design School (ma che usi ogni giorno)

Quindi molte delle abilità che ti fanno passare una giornata di lavoro non erano cose che hai necessariamente imparato in classe. Dal lavoro con altre persone, agli strumenti, all'ascolto del tuo intestino, ci sono molte abilità che sviluppi lungo la strada.

Sia che tu abbia frequentato la scuola di design o sia più un designer autodidatta, ci sono molte cose che probabilmente non hai imparato formalmente (ma conosci e usi ogni giorno). Se sei ancora a scuola o stai pensando di entrare in un campo legato al design, sei fortunato perché puoi iniziare a pensare a queste cose ora. Non è mai troppo tardi per imparare ed espandere la tua commerciabilità. (Come bonus, questo post è pieno di progetti ogni giorno dalla Galleria Design Shack; vai a dare un'occhiata.)

1. Competenze software

Coloro che hanno lavorato nella progettazione per 10, 15 o più anni sono probabilmente autodidatti quando si tratta del software di progettazione più comune. Potresti essere passato attraverso più versioni di software che non esistono nemmeno - ricordi Quark o Dreamweaver? - e probabilmente ho imparato tutto sul lavoro.

Mentre molti degli studenti di design di oggi stanno lavorando con un sacco di software - anche a livello di scuola superiore, ad esempio, gli studenti stanno imparando gli strumenti Adobe - entrare nel posto di lavoro potrebbe essere un po 'stonante. Spesso molti degli strumenti di progettazione sono più vecchi di qualche anno rispetto alle versioni attuali (in particolare nelle piccole aziende o con organizzazioni non profit) e così come molti altri utilizzano software non standard.

La chiave è la compatibilità. Prendi ciò che sai e applicalo a ciò che non conosci. Molti elementi sono abbastanza universali tra i marchi di software. Cerca di giocare con diversi strumenti per aumentare la tua familiarità con essi.

2. Progetta oltre lo schermo

La maggior parte dei progetti deve funzionare nel mondo reale da qualche parte ed essere funzionale oltre lo schermo del computer. Dalla stampa di brochure alla pubblicazione di cartelloni pubblicitari o etichette di scatole, devi portare il design dal software alla realtà.

Ciò richiede un processo di pensiero in due fasi:

  • Questo design funzionerà con il mezzo desiderato in termini di contenuto e forma?
  • La stampa è pronta? I caratteri, i colori e le immagini sono impacchettabili? (E se no, come puoi ottenerlo in questo modo?)

L'eccezione qui è ovviamente per il web design. Più spesso, parti di un web design devono estendersi oltre lo schermo, come loghi o opzioni di carattere tipografico. Quando si pensa a un design digitale, c'è usabilità a cui pensare al posto del mezzo.

3. Come lavorare con i clienti

Non importa dove decidi di lavorare, i clienti saranno lì. Sono i tuoi clienti e anche se non sempre hanno ragione, hanno ragione il più delle volte.

Ciò significa che devi imparare a lasciar andare i progetti che non funzionano per un cliente. Il tuo compito è fornire qualcosa di funzionale, utilizzabile e visivamente accattivante che soddisfi le loro esigenze. Il modo più semplice per raggiungere questi obiettivi è imparare ad ascoltare e pensare ai loro problemi in un modo che puoi risolvere.

Devi anche essere in grado di gestire situazioni difficili. I clienti non sono sempre facili da gestire. È un'abilità che arriva con il tempo e che beneficia di avere un mentore che si occupa di tutti i tipi di persone.

4. Ci sono regole per tutto

Il lavoro di progettazione non riguarda te. In quasi tutti gli ambienti di lavoro, ogni progetto presenterà molti vincoli - colori, caratteri, spaziatura, immagini, tu lo chiami - e i progetti devono rientrare in queste linee guida. Non devi più progettare solo quello che vuoi o creare l'arte che ti piace perché puoi, che è comunemente accettata per progetti accademici.

Il primo passo per affrontare qualsiasi progetto è capire quali siano queste regole. Quali sono le linee guida in cui devi operare? Fare questo il primo passo ti farà risparmiare un sacco di tempo e fatica a lungo termine.

Lavorare all'interno di un insieme di regole non è un limite in quanto potrebbe sembrare. Un insieme di regole può aiutarti a espandere la tua creatività in un modo che potresti non aspettarti. Scopri di più su come progettare secondo le regole in un precedente articolo di Design Shack.

5. Come bilanciare gli ego

Ogni progetto di design è un atto di bilanciamento. Spesso ci sono molti giocatori coinvolti dal cliente al fotografo al copywriter. (e questo è per un piccolo progetto.)

Ognuna di queste persone ha qualcosa che vogliono vedere dal progetto. Hanno un'agenda e un ego. Dovrai bilanciarli per mantenere la pace e far progredire un progetto.

La cosa difficile è che ogni squadra e progetto è diverso. I giocatori e gli ego associati cambiano. Probabilmente ti sarà utile giocare bene e lavorare con tutti mantenendo un livello di fermezza al momento opportuno. Il modo migliore per pensarci è scegliere le tue battaglie. Per decisioni che non significano molto per te, lascia che gli altri prendano la decisione e mantieni la tua posizione su problemi di progettazione più grandi.

E non essere un bullo. I progetti di design comportano molti compromessi. Sii pronto a dare almeno quanto prendi.

6. Hai bisogno di una nicchia

Il mercato del design odierno è pieno di designer che hanno trovato le loro nicchie. In cosa sei veramente bravo? Concentrati in quella zona.

Nessuna persona eccellerà in tutto. Se sei un illustratore di stelle, cerca un posto di lavoro in cui puoi sfruttare al meglio queste abilità. Lo stesso vale per i web designer o i guru del packaging. È altrettanto importante trovare una nicchia di stile.

Che dire del design che più ti attira? Sei bravo nel tipo di abbinamento ma miserabile quando si tratta di colore? Sei un mago nel creare loghi o animazioni? I tuoi progetti sembrano avere un tema o un aspetto comuni? Sfrutta quei punti di forza nei lavori che scegli e nei clienti con cui lavori.

7. Gut Instinct

Puoi imparare e applicare tutta la teoria del design nel mondo e a volte un progetto non sembrerà giusto. Fidati di quell'istinto. Se qualcosa ti sembra giusto o non è giusto per te, è probabile che lo farà anche per tutti gli altri.

Il miglior design è per lo più invisibile e la persona media che lo vede o interagisce con esso dovrebbe notare un progetto solo per facilità di usabilità o funzionalità. Non dovrebbero notare un'ombra discendente o una scelta di colore.

Va bene fidarsi del proprio istinto e fare le cose perché sembrano o si sentono bene. (Certo, questo non è sempre il modo migliore per creare progetti, ma è un'opzione.) Potrebbero essere necessari anni di lavoro con i clienti o in un'azienda prima che tu permetta all'istinto di guidare una decisione. Ma se il tuo istinto ti sta dicendo qualcosa, almeno fermati e ascolta anche se alla fine decidi di andare in un'altra direzione.

Conclusione

Dopo anni di lavoro nel design, ci sono così tanti aspetti del campo (o dell'arte) che sono cambiati e si sono evoluti, ma le basi sono alla radice di tutto. Una base nella teoria del design e un buon occhio ti faranno fare molta strada. Anche le competenze trasversali sono importanti. Costruire relazioni è una delle parti del lavoro di progettazione che spesso viene trascurato.

Indipendentemente da dove ti trovi nella tua carriera, è divertente guardare come appare l'apprendimento formale rispetto all'apprendimento sul lavoro. Come si confrontano per te?

© Copyright 2021 | computer06.com