Font Serif vs. Sans Serif: l'uno è davvero migliore dell'altro?

C'è un dibattito in corso tra i designer, sia cartacei che digitali, su ciò che rende un carattere tipografico ideale per un progetto. Il dibattito si divide quasi sempre su una sola domanda: serif o sans serif?

Prima di rispondere a questa domanda, pensa a tutte le cose che sai sui caratteri tipografici serif e sans serif e su tutti i miti ad essi associati.

Oggi daremo uno sguardo a entrambe le categorie di tipi e proveremo a determinare se uno è davvero migliore dell'altro e in quale circostanza.

Esplora caratteri

Anatomia di un Serif

I caratteri tipografici Serif sono tra alcuni dei caratteri tipografici moderni più antichi. Sono utilizzati in tutto, dalla pubblicazione di libri a giornali e riviste, cartelloni pubblicitari e siti Web. Quindi cos'è un serif?

È il piccolo tratto decorativo che si estende dalle lettere. Può essere a forma di coda, affilata o spuntata, decorativa o semplice. Ogni carattere tipografico serif avrà uno stile distintivo per questo marchio che rende identificabile la famiglia. I serbi vengono visualizzati su lettere maiuscole e minuscole all'interno di una famiglia di caratteri, nonché su glifi, numeri e altri caratteri.

L'umore e i sentimenti più associati ai caratteri serif sono classici, eleganti, formali, sicuri e affermati. Alcuni dei caratteri serif più noti includono Times Roman (e Times New Roman), Rockwell, Georgia e Baskerville.

Andando Sans Serif

I caratteri tipografici Sans serif sono considerati più moderni e includono una varietà di larghezze e forme. Questo stile di carattere manca di tratti alle estremità delle lettere (quindi "sans" serif). Si ritiene che la categoria del tipo incarni la semplicità a causa di questa mancanza di dettagli aggiunti. I caratteri sans serif hanno un aspetto diretto e preciso, sebbene i bordi dei caratteri possano essere nitidi o arrotondati.

L'umore e i sentimenti più associati ai caratteri tipografici sans serif sono moderni, amichevoli, diretti, puliti e minimali. Alcuni dei caratteri tipografici sans serif più noti includono Helvetica, Arial, Futura e Franklin Gothic.

Miti e voci

Il problema con la selezione di un carattere tipografico - serif o sans serif - è amplificato da tutti i miti che leggiamo quotidianamente sulle diverse forme letterali.

Mentre in passato alcuni di questi miti e voci potrebbero aver creduto, le moderne tecniche editoriali (stampate e online) hanno ridotto il divario tra caratteri tipografici serif e sans serif e leggibilità. In molti casi, i problemi di leggibilità non si basano sulla categoria del tipo, ma piuttosto sul carattere reale e sulla sua applicazione.

Usa solo serbi nella stampa

Questo è uno di quei miti che si ripete senza merito. Perché dovresti usare solo serif nella stampa? Guarda siti web come Church of The Atom. Usa i caratteri serif in modo meraviglioso. È perfettamente leggibile e aggiunge molta enfasi al concetto di design generale.

Da dove viene questo mito? L'argomento principale a sostegno della sua teoria imperfetta è che la qualità dello schermo non è buona come la qualità dei materiali stampati, rendendo quindi i serif difficili da leggere su uno schermo. Mentre alcuni materiali stampati hanno risoluzioni di pubblicazione più elevate, questo è ancora un argomento errato.

Pensa a come hai imparato a digitare. Probabilmente era su uno schermo usando Times New Roman (un serif). Hai avuto problemi a vederlo?

Pensa anche ai cambiamenti nelle schermate. Negli ultimi anni, l'alta definizione e il display retina sono diventati quasi la norma. Questi schermi di qualità più elevata annullano anche l'argomento secondo cui è possibile leggere solo serbi in stampa. I giorni della scarsa risoluzione dello schermo che influiscono sulla leggibilità stanno volgendo al termine.

I Sans Serif sono per le pubblicazioni digitali

Proprio come dire che i serif sono solo stampati, alcuni cercano di affermare che i sans serif sono solo per pubblicazioni digitali. Ancora una volta questo è semplicemente falso. I designer hanno utilizzato con successo i caratteri tipografici sans serif nella stampa per molti anni. Riferire sans serif solo alla pubblicazione digitale è ridicolo. Guarda il numero di libri e riviste che usano caratteri tipografici sans serif per le loro copertine e nei testi durante la pubblicazione.

I serbi sono difficili da leggere

Gli studi di leggibilità hanno effettivamente scoperto che i caratteri tipografici serif sono più facili da leggere perché i tratti aggiunti rendono ogni carattere più distintivo. Lettere più distintive sono più facili da riconoscere rapidamente per gli occhi.

Inoltre, questo stile aiuta a guidare il flusso di lettere, parole, frasi e paragrafi perché i serif possono aiutarti a "spingerti" da una lettera all'altra.

I Sans Serif sono informali

L'uso di un carattere tipografico sans serif da solo non trasmette un messaggio di informalità. Può essere informale se utilizzato con altre immagini o in combinazione con un carattere tipografico di novità.

Ma una delle belle caratteristiche di un carattere tipografico sans serif - e una delle cose che lo rendono una scelta flessibile - è che tende ad assumere le caratteristiche dei caratteri tipografici circostanti. Quindi un sans serif abbinato a un carattere vecchio stile avrà un aspetto invecchiato e classico; un abbinamento con una sceneggiatura decorata può sembrare più formale o femminile.

I serbi possono essere utilizzati per aumentare la spaziatura tra le lettere

Sì, questo è un vero argomento. Ma i serif non influiscono sulla spaziatura delle lettere. Le lettere che sono state curate in modo improprio possono effettivamente avere l'effetto opposto e i serif possono effettivamente far sembrare le lettere più vicine di quanto potrebbero essere. L'uso di un carattere serif non è una soluzione per risolvere i problemi di crenatura o tracciamento.

I Sans Serif sono più accattivanti

La quantità di attenzione che il tuo design raccoglie non si basa solo su un carattere tipografico. È una questione di colore, contrasto, immagini e tipografia. Ci vogliono tutte queste cose per attirare l'attenzione di qualcuno.

Prendi un paio di esempi classici. I titoli dei giornali, come sopra The Examiner San Francisco, spesso usano i caratteri serif per i titoli. Il "pensiero diverso" attira molto l'attenzione. Riguarda tanto il contenuto quanto il carattere tipografico usato.

Quindi cerca il sito per l'Apple Store. La tipografia sans serif è audace, drammatica e attira l'attenzione. Entrambi gli stili serif e sans serif possono avere lo stesso impatto.

Conclusione

Quindi, cosa è meglio: serif o sans-serif? Tutto dipende dall'uso, dall'umore e dal progetto individuale. La risposta migliore è in genere la meno chiara: molti grandi progetti di design incorporano entrambi gli stili. Questo vale per i progetti di stampa e digitali.

Serif e sans serif possono funzionare in qualsiasi numero di applicazioni. La chiave, come per qualsiasi altra tecnica o strumento di progettazione, è usare bene i caratteri tipografici, con uno scopo e in accordo con il contenuto.

© Copyright 2022 | computer06.com