Scegli i caratteri giusti per il tuo progetto

A volte la parte più scoraggiante di un nuovo progetto può essere la fase di brainstorming. Pensare alle combinazioni di colori e alle selezioni di caratteri può essere d'ispirazione per la tua testa, ma davvero difficile quando inizi a mescolare e abbinare elementi su carta o per il tuo sito web.

Comprendere parte della storia dei caratteri e della tipografia può aiutare a rendere un progetto un po 'più semplice. Scopri come accoppiare diversi caratteri tipografici per ottenere l'effetto desiderato ogni volta e scopri quali cose evitare. La tipografia nitida e le selezioni di caratteri possono davvero creare o distruggere qualsiasi progetto.

Ti piace l'articolo? Assicurati di iscriverti al nostro feed RSS e seguici su Twitter per rimanere aggiornato sui contenuti recenti.

Origini di tipo

L'alfabeto romano moderno, che è la base per il tipo come lo conosciamo, è stato sviluppato da qualche parte intorno all'anno 300, secondo "Un libro di testo tipografico: una guida alla storia, alle tecniche e all'arte" di Kate Clair e Cynthia Busic-Snyder. Le lettere, sebbene fossero tutte fatte a mano o scalpello, presentavano alcune delle stesse caratteristiche che vediamo negli stili e nei caratteri moderni, come capitelli dettagliati (serif moderni) e sceneggiatura. La produzione di lettere era considerata una forma d'arte e un'abilità specializzata e molte delle pennellate utilizzate per creare i primi alfabeti sono le stesse di quelle utilizzate nei caratteri popolari.

Sarebbero passati centinaia di anni, e con lo sviluppo delle macchine da stampa, prima che i caratteri sans serif prendessero vita. William Caslon IV sviluppò il primo tipo stampato di questo stile nel 1816, secondo "A Typographic Workbook". Una famiglia di caratteri porta il nome Caslon, una famiglia che includeva diversi tipi di pionieri.

Anche la tecnologia è un fattore che ha contribuito a contribuire ai milioni di caratteri presenti oggi sul mercato. Con la composizione digitale, quasi chiunque può sviluppare e vendere un carattere. Ma alcuni dei caratteri più popolari e conosciuti portano i nomi dei padri di tipo moderno: John Baskerville, Giambattista Bodoni, Adrian Frutiger ed Hermann Zapf, tra molti altri.

Una lezione sugli stili di tipo

Delle migliaia di scelte di caratteri là fuori rientrano tutte in una delle cinque categorie di caratteri tipografici di base: Fraktur, serif (che contiene diverse sottocategorie), sans serif, script o corsivo e novità, secondo "Typography and Design for Newspapers", di Rolf E Rehe, che ha vinto un Lifetime Achievement Award per i suoi contributi alla tipografia da parte della Society for News Design. Tutti i caratteri di ciascuna di queste categorie condividono un insieme di caratteristiche che li rendono distinguibili. Il modo in cui i caratteri sono mescolati all'interno delle categorie può impostare il tono per un progetto.

Tipo Fraktur

I caratteri tipografici Fraktur sono anche classificati come quelli con nomi che contengono "inglese antico" o "lettera nera". Questi caratteri tipografici contengono lettere originariamente realizzate utilizzando più tratti con penna e carta. Oggi, questi caratteri tipografici non sono ampiamente utilizzati ma sono ancora spesso visti nelle targhette dei giornali come la Detroit Free Press. I caratteri tipografici Fraktur possono essere difficili da leggere in più righe di testo o con dimensioni inferiori. Sono utilizzati al meglio per frasi brevi e di grandi dimensioni.

serifs

I caratteri serif sono alcuni dei caratteri tipografici più comunemente utilizzati nell'editoria cartacea. La maggior parte dei libri e dei giornali usa i caratteri serif come copia del corpo principale. Esistono quattro tipi distinti di caratteri serif: vecchio stile, moderno, di transizione e quadrato serif. I serif di vecchio stile sono i meno comunemente usati nei progetti con testi pesanti; le lettere tendono ad essere piuttosto rotonde e le lettere non si collegano tra i tratti. Le lettere hanno anche serif piuttosto appuntiti. Garamond è un esempio popolare.

I serif moderni sono usati comunemente in caratteri grandi. Le lettere si distinguono per il contrasto di tratti spessi e sottili negli elementi delle lettere. I caratteri della famiglia Bodoni esemplificano questo stile.

La sottocategoria di transizione serif combina attributi del vecchio stile e gruppi moderni. I caratteri hanno un certo contrasto tra tratti spessi e sottili e presentano la forma più arrotondata con serif appuntiti che sono comuni ai caratteri tipografici di vecchio stile. Times New Roman è un esempio comune di questo tipo di stile.

Infine, i serif quadrati hanno una forma uniforme e un peso tratto; i caratteri possono essere arrotondati o presentare una forma alta e ridotta. Ogni serif ha un bordo quadrato che si chiude con angoli di 90 gradi. Rockwell è un font serif quadrato comune.

Sans serif

Il film indipendente "Helvetica" ha portato uno dei caratteri sans serif più popolari negli occhi del pubblico non grafico in modo importante come vincitore in numerosi festival cinematografici nel 2007. Per la prima volta le persone al di fuori della comunità del graphic design erano guardando e parlando davvero di un carattere. Questo è un esempio di un carattere tipografico sans serif, che presenta una larghezza e uno spessore del tratto uniformi in ogni lettera e nessun serif. Questo stile di carattere tipografico è uno dei più utilizzati nel web design per la copia del corpo e sta diventando più comune nell'editoria cartacea.

Script, corsivo e novità

I tipi di carattere script o corsivo e novità rientrano tutti nella categoria per uso raro. Gli stili di script o corsivo si basano sulla scrittura a mano e presentano molti extra con ogni lettera. Questi caratteri tendono anche ad avere un'inclinazione sinistra o destra molto distinta. Gli stili di tipo di script consentono inoltre a ciascuna lettera di connettersi ad altre; il corsivo no. I caratteri novità sono tutti quelli che non rientrano nelle categorie tradizionali e talvolta presentano elementi artistici o da cartone animato. Tutti questi stili di carattere vengono utilizzati al meglio nei progetti senza blocchi di testo di massa.

Mescola i caratteri con successo

Mescolare i caratteri può essere una parte essenziale di qualsiasi progetto. L'utilizzo esclusivo di un solo carattere può funzionare per alcuni progetti, ma molto del tuo lavoro probabilmente richiede enfasi che è meglio ottenere attraverso l'uso di stili di tipo variabili.

Inizia con il corpo

Scegli prima il font del tuo corpo principale e seleziona altri caratteri tipografici complementari. Non vuoi costruire un intero progetto attorno a un titolo. Determina la dimensione del carattere principale e se preferisci serif o sans serif. Prova a selezionare uno o due caratteri che aggiungono un pugno ma assicurati di limitare la tavolozza.

Serif di miscelazione

È accettabile mescolare i caratteri serif e sans serif e può effettivamente dare al tuo progetto un aspetto più elegante. L'uso di caratteri che hanno stili e pesi molto diversi può porre molta enfasi sul carattere meno utilizzato. Se vai con un serif per la copia del corpo, aggiungi enfasi alle intestazioni o ai sottotitoli sans serif. Per progetti più piccoli, come un biglietto da visita, sperimenta l'uso di un carattere novità per il tuo nome o il nome dell'azienda e usa un carattere semplice sans serif per tutto il resto. Douglas Bonneville, autore di "The Big Book of Font Combinations" ha sviluppato un grafico con 19 combinazioni di caratteri, abbinando uno stile serif e sans serif. Il grafico include caratteri comuni ed è un ottimo punto di partenza nello sviluppo di una palette di caratteri per quasi tutti i progetti. Il designer di caratteri Alessandro Segalini ha un cheat sheet simile che fa un passo avanti e classifica i caratteri in base alla compatibilità.

Siiprudente

Aggiungi pop senza esagerare e fai attenzione quando usi più caratteri. Fai un passo indietro rispetto al tuo progetto e guarda dove va l'occhio. Guarda la curvatura e l'inclinazione delle lettere per garantire l'armonia tra gli stili di testo. Può causare un caos involontario quando mescoli i caratteri che si inclinano in direzioni diverse. Prendi in considerazione anche la larghezza; combina caratteri con tratti simili, come una tavolozza di caratteri sottili con uno stile titolo che utilizza un forte serif solido.

Guarda le tue X-Heights

Quando si mescolano i caratteri, optare per le famiglie di caratteri in cui le lettere hanno altezze x, lunghezze ascendenti e discendenti simili e larghezza complessiva delle lettere. Garantire che simili attributi delle lettere aiuteranno a creare armonia tra i caratteri e renderanno più semplice l'uso di formule iniziali meno complicate e manterrà diversi caratteri tipografici per lavorare con le regole di sillabazione e giustificazione entro determinate larghezze impostate. Gli attributi di lettere simili consentono anche ai lettori di spostarsi attraverso la copia senza "notare" un cambiamento di carattere distinto.

Pensa alla scala

Dimensioni e dimensioni possono fare o interrompere le scelte dei caratteri. I caratteri serif e sans serif funzionano bene a quasi tutte le dimensioni e possono contenere grandi blocchi di testo. Le intestazioni e i titoli dovrebbero essere più grandi dei caratteri del corpo, ma fai attenzione a non sopraffare la copia principale. Anche il colore aggiunge enfasi; l'aggiunta di un solo tocco di un colore brillante o insolito può rendere un carattere più grande di quello che è, mentre i grigi e i toni tenui possono rendere i caratteri più piccoli.

Diffidare di alcune combinazioni

Evita di selezionare caratteri simili; l'uso di due caratteri tipografici che rispecchiano ciascuno raramente funziona e può creare uno squilibrio visivo. Nota le combinazioni di Time New Roman abbinate a Garamond e Trebuchet e Verdana sopra. Le lievi differenze tra i caratteri possono essere fonte di confusione per gli occhi e distrarre dal tuo design. Per lievi variazioni, scegli di utilizzare elementi come grassetto, corsivo e sottolineato all'interno di una famiglia di caratteri per ottenere sottili differenze.

Mantienilo leggibile

Mantieni il testo leggibile. Evita di mescolare i caratteri all'interno della copia del corpo o di usare troppi caratteri. Quando si seleziona una tavolozza dei caratteri, determinare cosa deve fare ciascun carattere e attenersi a tali regole. Non replicare il carattere dalla tua targhetta nella copia del corpo; mantenere quel carattere unico. Utilizzare il carattere del corpo solo per la copia del corpo e non per i titoli e i sottotitoli. Quando si lavora con progetti basati sul Web, assicurarsi che i caratteri siano sicuri per il Web e che vengano visualizzati correttamente utilizzando diversi browser Internet.

Guarda quei caratteri speciali

Usa i caratteri speciali con parsimonia. I trucchi funzionano solo in piccole quantità. Gli stili di tipo Fraktur, script e novità possono perdersi e diventare illeggibili se usati troppo piccoli o per blocchi di testo. Questi stili di carattere funzionano anche meglio quando sono isolati o servono come oggetti d'arte.

Conclusione

La selezione di una tavolozza dei caratteri per qualsiasi progetto può essere sia stimolante che gratificante. Ricorda di tenere a mente le nozioni di base quando scegli i caratteri tipografici: i caratteri serif e sans serif funzionano bene per la maggior parte delle applicazioni e in una varietà di dimensioni, altri stili di tipo dovrebbero essere usati solo per bit di tipo specifici e piccoli.

La chiave è che il tuo progetto di stampa o web abbia pop ed essere di facile lettura e comprensione. Sperimenta con una varietà di opzioni di font e ascolta il tuo istinto quando effettui una selezione finale. A volte la scelta semplice è la migliore. Più non è sempre meglio quando si seleziona un set di caratteri.

Fonti di immagine: jimnista, cliff1006 e gromgull.

© Copyright 2022 | computer06.com